News

0

Il Sacro Monte di Varallo al Palais de Tokyo, parigino tempio del contemporaneo

 Comunicato Stampa del 20 giugno 2017

PdT 2017-Dioramas-087Al parigino Palais de Tokyo, L’Ecce Homo del Sacro Monte di Varallo. 

E’ l’opera dell’artista franco-equadoregno, Aldo Pardes Orejuela

Che ci fa il Sacro Monte di Varallo, capolavoro del Rinascimento italiano, al parigino Palais de Tokyo, santuario mondiale dell’arte contemporanea?

“Ad avvicinare il nostro Sacro Monte e una sede espositiva del livello del Palais de Tokyo, laboratorio e vetrina tra le più alte a livello mondiale del contemporaneo, è stata – annuncia Renata Lodari, Presidente dell’Ente di gestione Sacri Monti del Piemonte – la Cappella dedicata all’Ecce Homo, la 33ma del nostro percorso di Varallo”.

“Naturalmente ad essere presente al Palais de Tokyo non sarà la Cappella stessa, inamovibile, né le statue ed i materiali in essa custoditi. A Parigi la nostra Cappella sarà virtuale, ricreata da un artista di origine ecuadoregna, che vive tra Lione e Parigi, Aldo Paredes Orejuela”.

Egli, visitato il nostro Sacro Monte, ne è rimasto così colpito ed ammirato da farne il soggetto di una propria opera.

Aldo Paredes Orejuela si esprime con la fotografia ed è appunto una sua grande immagine della Cappella dell’Ecce Homo ad essere protagonista a Parigi. Esposta in una mostra di questo livello, cosa che vale per noi come ulteriore riconoscimento, perché, per la prima volta in una operazione di livello mondiale, i nostri Sacri Monti, e quello di Varallo in particolare, vengono riconosciuti come i primi esempi, il prototipo assoluto dei diorami”.

Lo spiega perfettamente Juschka Marie von Rüden, che nel catalogo che accompagna la grande mostra del Palai de Tokyo scrive: “Con il loro chiaro desiderio di creare Illusioni, le Cappelle dei Sacri Monti possono essere considerate come i primi diorami del mondo. Esse riuniscono tutte le principali caratteristiche del diorama: la presenza di elementi tridimensionali, uno sfondo dipinto e, in molti casi, un divisorio di vetro o una griglia a separare la scena dallo spettatore. Rappresentano l’incarnazione fisica di un mistero immateriale. A colpire sono il realismo e il dramma. Con la funzione di essere luogo di culto per i fedeli e mezzo di elevazione dell'anima ".

“Dioramas!”, sottolinea Elena d Filippis, “punta ad essere uno dei grandi eventi dell’estate culturale parigina. Inaugurata da pochissimi giorni, resterà aperta al pubblico internazionale sino al 10 settembre”.

“Proprio perché inserita in una mostra importante, internazionale e per certi versi “fuori contesto”, questa immagina della nostra Cappella dell’Ecce Homo , non potrà non colpire i visitatori e creare loro curiosità ed interesse verso il nostro Sacro Monte”, chiosa il Direttore.


Info: www.sacri-monti. com

Ufficio Stampa:

Studio ESSECI, Sergio Campagnolo tel. 049.663499 gestione2@studioesseci.net

 

Commenti

Non ci sono Commenti

© Copyright Parco Crea 2011 - P.IVA: 00971620067. All rights reserved.